Blog dell'Avvocato
Sabrina Cestari
.
Patrocinante in Cassazione
.
Via Lauricella, 9
92100 Agrigento AG
tel. 3383815412 – fax 092226250
.
mail: avvsabrinacestari@libero.it
.
pec: sabrinacestari@avvocatiagrigento.it
.
C.F. CSTSRN64B50D548K
.
P. IVA 02345560847
.
Ordine degli Avvocati di Agrigento

Indice argomenti trattati

Le news del 2014

Calendario

dicembre: 2014
L M M G V S D
« nov    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Il Mef ha aggiornato la propria pagina web relativa ai danni da vaccinazioni, trasfusioni e somministrazione di emoderivati (Legge 210/92), riconoscimento di indennizzo aggiuntivo per i danneggiati da complicanze di tipo irreversibile causate da vaccinazioni obbligatorie di cui alla Legge 210/92 (Legge 229/2005) ed indennizzo ex lege 244/2007 (Sindrome da talidomide).
E’ stata anche resa disponibile la modulistica relativa.
Questi sono i moduli pubblicati in relazione all’indennizzo ex lege 210/92:
per il primo pagamento – indicazione del conto corrente bancario o postale / libretto postale nominativo;
comunicazione di variazione della residenza;
modulo per la verifica di esistenza in vita (l’autocertificazione deve essere presentata ogni sei mesi dai beneficiari);
comunicazione variazione modalità di pagamento ove necessario;
modulo per la comunicazione di decesso affinché si provveda alla chiusura delle partite di spesa al fine di consentire al Ministero della Salute anche l’eventuale liquidazione dei ratei ancora dovuti.
Nella stessa pagina vengono altresì riportati i numeri fax ai quali è possibile trammettere semetralmente l’autocertificazione di esistenza in vita o gli altri moduli, nonché gli indirizzi postali e pec ed i numeri di telefono e mail dell’Ufficio V e del Dirigente responsabile:
• fax:… Continua a leggere

Pubblico il comunicato del Ministero della Salute relativo al procedimento di “equa riparazione” previsto dall’articolo 27 bis del decreto legge 90/2014 convertito in legge 114 dell’11 agosto 2014, apparso in data odierna.

Avv. Cestari

se ti e' piaciuto questo articolo condividilo

Nuovo Regolamento sui termini di conclusione dei procedimenti amministrativi di competenza del Ministero della Salute aventi durata superiore ai 90 giorni

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI
31 luglio 2014, n. 151

Il prossimo 8 novembre entrerà in vigore il nuovo regolamento riguardante i termini di conclusione dei procedimenti amministrativi di competenza del Ministero della salute aventi durata superiore a 90 giorni, il regolamento è stato adottato con decreto del Presidente del consiglio dei Ministri n. 151/2014 e pubblicato in gazzetta ufficiale n. 248 del 24/10/2014.

Tra i procedimenti amministrativi attribuiti alla competenza del Ministero della salute che conseguano obbligatoriamente ad iniziative di parte ovvero debbano essere promossi d’ufficio, il cui termine di conclusione è individuato in misura superiore a novanta giorni e fino a centottanta giorni, individuati nella Tab. A, allegata al regolamento, si segnalano:

1. Il procedimento per la liquidazione indennizzo aggiuntivo a favore dei soggetti danneggiati da complicanze di tipo irreversibile a causa di vaccinazioni obbligatorie L. 229/2005; L. 180/2010,Art. 47
2. Il procedimento per la liquidazione dell’indennizzo ai soggetti affetti da sindrome da talidomide (Legge 244/2007, Art.2,comma 363; L. 14/2009.

Il succitato regolamento prevede l’abrogazione delle tabelle allegate al precedente decreto ministeriale 18 novembre 1998,… Continua a leggere

Domenica 26 Ottobre l’Associazione Thalassemici di Agrigento organizza un incontro con gli Avvocati Alberto Cappellaro del foro di Milano e Sabrina Cestari del foro di Agrigento sul tema: il percorso transattivo sino all’ultimo intervento normativo, luci e ombre della recente procedura per ristorare i soggetti danneggiati da trasfusione con sangue infetto. L’incontro avrà luogo ad Agrigento presso la sede del CONI in Viale Cannatello, 45 alle ore 10.30.

Agrigento, 20/10/2014

Avvocato Sabrina Cestari

se ti e' piaciuto questo articolo condividilo

Comunicazione ai clienti dello Studio della zona di Trapani e provincia: la riunione che dovevamo programmare entro il mese di settembre (che verterà anche sulla “procedura per ristorare i soggetti danneggiati da trasfusione con sangue infetto, da somministrazione di emoderivati infetti o da vaccinazioni obbligatorie”, norma entrata in vigore nello scorso mese di agosto), è stata fissata per domenica 28 (corrente mese) ore 11 presso la sede dell’Associazione Talassemici di Agrigento, Via Francesco Crispi, 150.

Si evidenzia che le comunicazioni indirizzate ai clienti della zona di Trapani ed a quelli della zona di Agrigento (la riunione ad Agrigento si è svolta domenica scorsa in ambito assembleare) sono distinte in ragione delle diversità dei contenziosi instaurati, che come ben sanno gli assistiti, sono iniziati in tempi diversi e hanno avuto, al momento, un diverso iter anche giudiziale, questo rende necessario distinguere le due riunioni di settembre e comporta, altresì, l’urgenza di una riunione specifica e separata da questioni associative per gli assistiti della zona di Trapani, come già preannunciato ai clienti prima della pausa estiva.

La conferenza di ottobre (domenica 26, luogo da destinarsi di cui verrà data comunicazione sul sito), tenuta congiuntamente all’Avvocato Alberto Cappellaro del foro di Milano, avrà… Continua a leggere

Pubblico il comunicato della Fondazione Giambrone in ordine all’audizione relativa alla Determina AIFA 17 marzo 2014 (Inserimento dei farmaci chelanti “deferoxamina e deferiprone” nell’elenco dei medicinali erogabili a totale carico del Servizio Sanitario Nazionale).

Avvocato Sabrina Cestari

se ti e' piaciuto questo articolo condividilo

Comunicazione agli assistiti della zona di Agrigento e provincia

Comunicazione ai clienti dello Studio della zona di Agrigento e provincia: nell’ambito dell’Assemblea, che si terrà presso la sede dell’Associazione Talassemici di Agrigento domenica 21 settembre corrente mese ore 10, è stata inserita, quale argomento all’ordine del giorno, la questione “procedura per ristorare i soggetti danneggiati da trasfusione con sangue infetto, da somministrazione di emoderivati infetti o da vaccinazioni obbligatorie”, norma entrata in vigore lo scorso mese di agosto.
L’argomento verrà trattato dalla sottoscritta anche in qualità di Legale dell’Associazione di Agrigento e della Fondazione nazionale L. Giambrone.
La riunione, trattandosi di assemblea associativa, è aperta naturalmente solo agli associati.
Nel mese di ottobre del corrente anno (la data verrà comunicata sul presente sito) gli Avvocati Cestari e Cappellaro, nell’ambito di una apposita conferenza tratteranno il medesimo argomento.
Si ringrazia il Presidente dell’Associazione Talassemici di Agrigento, Roberto Piccione, per la costante e fattiva collaborazione.

Comunicazione agli assistiti della zona di Trapani e provincia

Comunicazione ai clienti dello Studio della zona di Trapani e provincia: la riunione che dovevamo programmare entro il mese di settembre (che verterà anche sulla “procedura per ristorare i soggetti danneggiati da trasfusione con sangue infetto, da somministrazione… Continua a leggere

Il 7 agosto 2014 la Camera dei Deputati ha approvato in via definitiva l’art. 27 bis del decreto legge 24 giugno 2014, n. 90, norma concernente la “procedura per ristorare i soggetti danneggiati da trasfusione con sangue infetto, da somministrazione di emoderivati infetti o da vaccinazioni obbligatorie”.
Nei prossimi giorni il provvedimento verrà promulgato e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale.
Il testo approvato dal Parlamento è il seguente:
“1. Ai soggetti di cui all’articolo 2, comma 361, della legge 24 dicembre 2007, n. 244, che hanno presentato entro la data del 19 gennaio 2010 domanda di adesione alla procedura transattiva, nonché ai loro aventi causa nel caso in cui nelle more sia intervenuto il decesso, è riconosciuta, a titolo di equa riparazione, una somma di denaro, in un’unica soluzione, determinata nella misura di euro 100.000 per i danneggiati da trasfusione con sangue infetto e da somministrazione di emoderivati infetti e nella misura di euro 20.000 per i danneggiati da vaccinazione obbligatoria. Il riconoscimento è subordinato alla verifica del possesso dei requisiti di cui all’articolo
2, comma 1, lettere a) e b), del regolamento di cui al decreto del Ministro del lavoro, della salute e delle politiche sociali 28 aprile 2009, n.… Continua a leggere

(Corte di Cassazione, sez. IV Penale, sentenza 7 marzo – 29 luglio 2014, n. 33428)

Nel caso di specie veniva proposto ricorso avverso il decreto con il quale il Tribunale, su istanza dell’Agenzia delle entrate, aveva revocato il provvedimento di ammissione al patrocinio a spese dello Stato pronunciato a favore del ricorrente, essendo stato ritenuto che dalla documentazione prodotta dall’ufficio erariale emergesse che lo stesso, nell’anno 2010, era familiare a carico dei genitori con un reddito complessivo superiore a quello compatibile con il beneficio in parola.
Il ricorrente sosteneva che anagraficamente era residente sin dalla 2006 in luogo diverso da quello in cui risiedeva la famiglia di origine e che egli era unico componente del proprio nucleo familiare, solo per un disguido la dichiarazione dei redditi dei genitori, anche per gli anni successivi al 2007, lo aveva indicato quale familiare non convivente a carico dei propri genitori e ciò nonostante il fatto che egli nell’anno 2010 avesse percepito un reddito personale pari ad Euro 3500, incompatibile con la qualificazione di componente fiscalmente a carico del nucleo familiare di origine.
Orbene, l’articolo 76, comma 2 d.p.r. 115/2002 dispone che il reddito computabile ai fini della ammissione al beneficio de quo è… Continua a leggere

A norma dell’art. 9, comma 1-bis, del d.p.r. 30 maggio 2002, n. 115 nelle controversie di assistenza obbligatoria (e quindi in tutte quelle concernenti l’indennizzo ex lege 210/92, incluse quelle nelle quali si chieda anche la sola rivalutazione integrale dell’indennizzo), sono obbligati a versare il contributo unificato soltanto coloro che, sulla base dell’ultima dichiarazione, sono titolari di un reddito imponibile, ai fini dell’imposta personale sul reddito, superiore a tre volte l’importo previsto dall’articolo 76 del medesimo decreto.
Tale ultimo importo è stabilito con decreto del Ministro della giustizia.
Il precedente importo indicato nell’art. 76 citato, introdotto con decreto del 2 luglio 2012, era pari a euro 10.766,33: la soglia di esenzione, al di sopra della quale scatta l’obbligo di versamento del contributo, era pertanto pari a € 32.298,99.
Con decreto del 1 aprile 2014, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 169 del 23 luglio 2014, il predetto importo è stato aumentato a 11.369,24 euro, con la conseguenza che la soglia dell’esenzione è attualmente fissata a € 34.107,72.
E’ bene precisare che con circolare n. 10 dell’11 maggio 2012 il Ministero della Giustizia ha chiarito che, ai fini dell’esenzione, il reddito è dato dalla somma dei redditi di ogni componente della famiglia… Continua a leggere

visite

Note: Alcuni documenti pubblicati in questo sito sono in formato PDF. se avete difficoltà a visualizzarli e scaricarli dovete utilizzare Acrobat Reader Per qualsiasi difficoltà tecnica non esitate a contattare il webmaster a questo indirizzo mail: sgobbi.marco@gmail.com

Area riservata

Commenti recenti


Questo e' un QrCode, con l'applicazione idonea il vostro smartphone vi permetterà di visualizzare le informazioni in esso contenute