Blog dell'Avvocato
Sabrina Cestari
.
Patrocinante in Cassazione
.
Via Lauricella, 9
92100 Agrigento AG
tel. 3383815412 – fax 0273967469
.
mail: avvsabrinacestari@libero.it
.
pec: sabrinacestari@avvocatiagrigento.it
.
C.F. CSTSRN64B50D548K
.
P. IVA 02345560847
.
Ordine degli Avvocati di Agrigento

Note: Alcuni documenti pubblicati in questo sito sono in formato PDF. se avete difficoltà a visualizzarli e scaricarli dovete utilizzare Acrobat Reader

avviso

 

 

Archivi del giorno: 5 Marzo 2019

Cassazione civile sez. VI 25/07/2018 n. 19704

Nella fattispecie che ha dato origine all’ordinanza qui commentata il Ministero della salute lamentava, tra l’altro, che la Corte d’appello avesse disatteso l’eccezione di decadenza triennale in relazione alla richiesta di indennizzo aggiuntivo per doppia patologia, previsto della legge n. 210/92, art. 2, comma 7.

Invero, ai soggetti danneggiati che contraggono più di una malattia, ad ognuna delle quali sia conseguito un esito invalidante distinto, è riconosciuto un indennizzo aggiuntivo.

Con ordinanza n. 19704/2018 la Cassazione ha giudicato il motivo infondato, affermando che la prestazione in parola si configura come accessoria rispetto all’indennizzo principale che spetta per le conseguenze dannose irreversibili dell’epatite post-trasfusionale, che ne costituisce un presupposto necessario, ma rispetto ad esso autonomo.

Il termine triennale di decadenza eccepito dal Ministero, evidenzia la Corte, è espressamente correlato nella norma al solo indennizzo di cui all’art. 1, comma 1 e non già all’indennizzo aggiuntivo di cui al all’art. 2, comma 7.

Ne consegue che “la natura di nuova e diversa forma assistenziale di tale indennizzo aggiuntivo rispetto al principale determina l’inapplicabilità al primo del termine decadenziale dettato per il secondo, sulla base del principio secondo il quale le norme sulla decadenza hanno… Continua a leggere