Blog dell'Avvocato
Sabrina Cestari
.
Patrocinante in Cassazione
.
Via Lauricella, 9
92100 Agrigento AG
tel. 3383815412 – fax 0273967469
.
mail: avvsabrinacestari@libero.it
.
pec: sabrinacestari@avvocatiagrigento.it
.
C.F. CSTSRN64B50D548K
.
P. IVA 02345560847
.
Ordine degli Avvocati di Agrigento

Note: Alcuni documenti pubblicati in questo sito sono in formato PDF. se avete difficoltà a visualizzarli e scaricarli dovete utilizzare Acrobat Reader
articoli anno 2018
avviso

 

 

Come aveva preannunciato il Ministero della Salute ha inviato allo Studio, per conoscenza, una pec al fine di informare dell’invio, ad uno degli assistiti, della proposta di equo ristoro.

Sabrina Cestari

Visite: 3483
se ti e' piaciuto questo articolo condividilo

6 risposte a Equo ristoro: arrivata la prima pec per conoscenza

  • Sabrina Cestari scrive:

    @ Luca

    Le devo dare la stessa risposta già resa su fb ad analoga domanda ovvero che, nel rispetto della privacy concordata con i clienti in relazione anche alla procedura di equo ristoro, posso solo precisare che si tratta delle prime categorie, così come era stato previsto dal Ministero ed aggiungere che, ad oggi, la proposta, a parità di categoria, non é giunta a tutti gli aventi diritto, credo che vi sia un considerevole ritardo in relazione ai tempi che il Ministero aveva previsto, certamente il termine di dicembre 2014 per esaurire le prime categorie non è stato rispettato, come del resto era prevedibile. Cordialità
    Avv. Cestari

  • Avvocato Cestari scrive:

    @ giuseppe

    L’invio cartaceo, eseguito nei termini, era una delle possibilità previste dalla legge, ricevuta la documentazione, il Ministero provvedeva a convertire in file la documentazione e la inseriva on line nella procedura Ridab, veniva assegnato un numero di protocollo e diveniva quindi identica alle pratiche inserite on line, credo quindi che non sia questa la ragione del ritardo, le confermo che non tutti i danneggiati delle prime categorie hanno già ricevuto la proposta indipendentemente dalla modalità di invio della domanda transattiva, per ritardi del Ministero. Riterrei illegittimo, quindi, per tornare alla sua domanda e concludere, il mancato esame della stessa motivato dall’invio cartaceo. Cordialità. Avv. Cestari

  • Avvocato Cestari scrive:

    @ Leo

    Purtroppo a questo punto non si tratta di prendere o meno a cuore la questione, quindi, non credo che la Presidenza della Repubblica possa influire sulla nostra vicenda. L’equa riparazione ormai è legge, la Cassazione ha orientamenti consolidati, rimangono alcuni aspetti, ma sempre nell’ambito dei giudizi, mi riferisco in particolare ai ricorsi avanti alla Cedu. Cordialità.
    Avv. Cestari

  • Avvocato Cestari scrive:

    @ Leo

    Non è quello che ho detto, nè quello che penso, il consiglio di accettare l’equo ristoro è riservato a chi non ha la possibilità di ottenere di più in causa o con la transazione, valutazione che deve essere fatta con l’ausilio dello Studio che ha seguito e segue contenzioso e iter transattivo. Cordialità. Avv. Cestari

  • Sabrina Cestari scrive:

    @ Leo
    I tempi rispetto alle previsioni del Ministero non sono stati rispettati. Non ho notizie rispetto a quanto già scritto. Cordialità
    Sabrina Cestari

  • Sabrina Cestari scrive:

    @ Nicola

    A quanto mi risulta il Ministero sta istruendo le pratiche relative alla sesta categoria, tuttavia, vi sono ancora pratiche relative a categorie inferiori da istruire: “Misteri del Ministero”. Per quanto concerne l’equo ristoro la somma è stabilita dalla legge, pertanto non vi saranno variazioni, altra cosa è la transazione, ma per rientranvi occorre possederne i requisiti o ottenere una sentenza. Cordialità. Avv. Cestari

Calendario
novembre: 2018
L M M G V S D
« Lug    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Area riservata