Blog dell'Avvocato
Sabrina Cestari
.
Patrocinante in Cassazione
.
Via Lauricella, 9
92100 Agrigento AG
tel. 3383815412 – fax 0273967469
.
mail: avvsabrinacestari@libero.it
.
pec: sabrinacestari@avvocatiagrigento.it
.
C.F. CSTSRN64B50D548K
.
P. IVA 02345560847
.
Ordine degli Avvocati di Agrigento

Note: Alcuni documenti pubblicati in questo sito sono in formato PDF. se avete difficoltà a visualizzarli e scaricarli dovete utilizzare Acrobat Reader
articoli anno 2018
avviso

 

 

Con ricorso straordinario ex D.P.R. n. 1199/1971, trasmesso inizialmente al Ministero della salute e successivamente al Consiglio di Stato ai fini dell’esame immediato dell’istanza cautelare ivi contenuta, abbiamo impugnato l’esclusione dalle transazioni dei figli di una emotrasfusa, contagiata nel 1970 e successivamente deceduta a causa della malattia.

Gli eredi hanno un contenzioso, tuttora pendente, nel quale hanno agito iure hereditario e iure proprio, e sono stati esclusi dalle transazioni in applicazione dell’art. 5, comma 1, lettera a) del Decreto Moduli, norma che esclude dalla fase di stipula i danneggiati, o i loro eredi, qualora siano trascorsi più di cinque anni tra la domanda di indennizzo e l’inizio del giudizio civile.

Con parere del 28 aprile 2016 il Consiglio di Stato, preso atto che “si evidenziano chiaramente profili di danno grave e non immediatamente riparabile in capo agli odierni ricorrenti, eredi che hanno agito in sede civile sia iure proprio che iure hereditatis”, e vista altresì “la sentenza della Cassazione, SS.UU. civili, 3 febbraio 2016, n. 2050, che ha dichiarato in materia la giurisdizione del giudice amministrativo”, ha ordinato all’Amministrazione, di “riesaminare la posizione” dei ricorrenti “in ordine all’ammissione alle procedure transattive in questione”.

Il Giudice amministrativo, pertanto, allo stato non ha ritenuto motivo sufficiente per rigettare il ricorso né una data di contagio anteriore al 24 luglio 1978, né la circostanza che i nostri assistiti hanno agito in giudizio iureproprio.

Sabrina Cestari e Alberto Cappellaro

Visite: 2273
se ti e' piaciuto questo articolo condividilo

3 risposte a Transazioni: il Consiglio di Stato ordina al Ministero di riesaminare l’esclusione di eredi che avevano agito anche iure proprio

  • Sabrina Cestari scrive:

    @ Teresa

    Le ho risposto di chiamarmi al numero 3383815412 di pomeriggio e di farlo entro venerdì, perchè lo Studio sarà chiuso per la sospensione feriale da lunedì prossimo, oppure può, in privato via mail (avvsabrinacestari@libero.it), scrivermi il Suo numero di telefono e La chiamerò entro venerdì, la Sua domanda è complessa dobbiamo parlarne, non può essere evasa via blog.
    Cordialità.
    Avv. Cestari
    Cordialità
    Avv. Cestari

  • Sabrina Cestari scrive:

    @ Davide

    Se per “adesione” intende l’accettazione della proposta di equo ristoro (seppure ha scritto “Decreto Moduli”), usualmente intercorre un certo lasso di tempo tra il pagamento ed il provvedimento di esclusione dal procedimento transattivo, quindi, potrebbe trattarsi semplicemente dei “dilatati” tempi della pubblica amministrazione in ordine agli adempimenti “burocartici”, del resto chi accetta l’equa riparazione rinuncia alla “vecchia” transazione (Decreto Moduli compreso). Se invece per “adesione” intende la proposizione, attraverso il proprio Legale, della domanda transattiva in base alla legge finanziaria del 2007, la mancata ricezione ad oggi di un provvedimento non significa esclusione dalla procedura, come Le ho scritto l’esclusione sta arrivando a coloro che hanno aderito alla procedura di equa riparazione ed è stato pagato ed in alcuni casi, per quanto di mia conoscenza, a coloro che non hanno aderito all’equo ristoro, ma non hanno più cause pendenti (nella fattispecie per aver, ad esempio, ottenuto sentenza passata in giudicato nei confronti del Ministero, con condanna a somma superiore a quella prevista dall’equo ristoro, che quindi non è stato accettato). Naturalmente la mia casistica riguarda solo il mio Studio e quanto conosco attraverso la collaborazione con altri Legali del settore. Per quanto concerne la Sua ultima domanda la risposta è sì, tuttavia, sono a conoscenza di un solo caso e non riguardando miei clienti non sono in grado, ne posso, entrare in particolari, che, per altro, conosco limitatamente ed indirettamente. Cordialità. Avv. Cestari

  • Sabrina Cestari scrive:

    @ davide

    In relazione al procedimento transattivo Le ho risposto: “..la mancata ricezione ad oggi di un provvedimento non significa esclusione..”.
    Per quanto concerne, invece, l’equo ristoro non mi risulta che l’invio delle proposte per l’ottava categoria sia, ad oggi, iniziato.
    Cordialità.
    Cestari

Calendario
novembre: 2018
L M M G V S D
« Lug    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Area riservata