Il diritto di accesso non costituisce una pretesa meramente strumentale alla difesa in giudizio della situazione sottostante essendo diretto al conseguimento di un autonomo bene della vita

Sentenza T.A.R. Roma sez. III – 30/03/2017 – Accesso ai documenti amministrativi

La ricorrente aveva adito il Tar per sentir affermare il proprio diritto ad ottenere l’accesso agli atti riguardanti la procedura concorsuale alla quale aveva partecipato, dopo che diverse istanze inviate dalla stessa e a mezzo raccomandata e a mezzo PEC erano rimaste inevase, con riferimento in particolare al fatto che essendosi ella collocata nella terza posizione risultava la prima degli esclusi in graduatoria.

L’amministrazione si costituiva in giudizio con atto di mera forma, senza argomentare alcunché.

La ricorrente, afferma il Tar, nella sentenza qui commentata, quale prima degli esclusi del concorso, vanta certamente un interesse qualificato agli atti del procedimento culminato nell’approvazione della graduatoria.

I Giudici amministrativi, accogliendo il ricorso, hanno precisato che il diritto di accesso agli atti della P.A., a prescindere dalla necessità dei suddetti atti per la proposizione di ricorso giurisdizionale, non costituisce, una pretesa meramente strumentale alla difesa in giudizio della situazione sottostante, essendo in realtà diretto al conseguimento di un autonomo bene della vita, così che la domanda giudiziale tesa ad ottenere l’accesso ai documenti è indipendente non solo dalla sorte del processo principale nel quale venga fatta valere l’anzidetta situazione, ma anche dall’eventuale infondatezza od inammissibilità della domanda giudiziale che il richiedente, una volta conosciuti gli atti, potrebbe proporre.

Avvocato Sabrina Cestari

Visite: 1405
se ti e' piaciuto questo articolo condividilo
Questa voce è stata pubblicata in Diritto Amministrativo. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.