Blog dell'Avvocato
Sabrina Cestari
.
Patrocinante in Cassazione
.
Via Lauricella, 9
92100 Agrigento AG
tel. 3383815412 – fax 0273967469
.
mail: avvsabrinacestari@libero.it
.
pec: sabrinacestari@avvocatiagrigento.it
.
C.F. CSTSRN64B50D548K
.
P. IVA 02345560847
.
Ordine degli Avvocati di Agrigento

Note: Alcuni documenti pubblicati in questo sito sono in formato PDF. se avete difficoltà a visualizzarli e scaricarli dovete utilizzare Acrobat Reader

articoli anno 2018

avviso

 

 

Diritto Amministrativo

Come segnalato nell’articolo pubblicato sui nostri siti il 16 marzo 2018, il Tar Lazio aveva dichiarato inammissibile il ricorso sul silenzio serbato dal Ministero della salute in ordine all’adesione alla procedura transattiva disciplinata dalle leggi n. 222 e n. 244 del 2007.

L’inammissibilità era stata giustificata dalla “natura negoziale e non amministrativa dell’anelato atto sostanziale (id est, la transazione)” essendo il mezzo spiegato posto a tutela di un diritto soggettivo e “inequivocabilmente diretto non ad accertare l’esistenza in capo alla p.a. dell’obbligo di adottare un provvedimento autoritativo e unilaterale a consistenza tipicamente amministrativa, quanto piuttosto a concludere una vera e propria transazione”.

Tale motivazione non è stata condivisa dal Consiglio di Stato, che con le sentenze n. 3512 e n. 3858 del 2018 ha affermato essere sussistente la giurisdizione del giudice amministrativo “in applicazione dei principi delineati dalla Corte regolatrice della giurisdizione”.

Invero “in tema di danni da emotrasfusione, il rifiuto opposto dalla P.A. all’istanza di transazione del danneggiato non incide sul diritto soggettivo al risarcimento, ma sull’interesse all’osservanza della normativa secondaria concernente la procedura transattiva, sicché l’impugnazione del diniego non rientra nella giurisdizione del giudice ordinario, ma in quella del giudice amministrativo”.

Il Consiglio… Continua a leggere

Con sentenza n. 2898/2018, depositata il 14 marzo 2018, il TAR Lazio ha dichiarato inammissibile un ricorso con il quale si impugnava, “ai sensi degli artt. 31 e 117 c.p.a., il silenzio serbato dal Ministero della salute sull’istanza di adesione alla transazione formulata dalla parte ricorrente”.

Il Collegio ricorda, innanzi tutto, che le transazioni disciplinate dalla legge 244/2007 e dai successivi atti amministrativi, tra i quali il Regolamento n. 132/2009 e il Decreto Ministeriale 4 maggio 2012, consistono in accordi “da stipulare, in applicazione di una serie di disposizioni di carattere primario e secondario, tra il Ministero della salute e i soggetti danneggiati da trasfusioni con sangue infetto o da somministrazione di emoderivati parimenti infetti che abbiano avviato azioni di risarcimento, tutte pendenti nei confronti del predetto Ministero”.

Procedure che da anni attendono un riscontro da parte dell’Amministrazione.

Per questo motivo il danneggiato ricorrente aveva adito il Tribunale Amministrativo romano, al fine di sentir dichiarare l’illegittimità del silenzio serbato dal Ministero della salute e, verosimilmente, chiedere la nomina di un Commissario ad acta per accertare, al posto dell’Amministrazione, il rispetto dei requisiti previsti dalla normativa sopra citata.

Il Collegio non ha accolto però l’istanza, ritenendo “di non… Continua a leggere

Sentenza T.A.R. Roma sez. III – 30/03/2017 – Accesso ai documenti amministrativi

La ricorrente aveva adito il Tar per sentir affermare il proprio diritto ad ottenere l’accesso agli atti riguardanti la procedura concorsuale alla quale aveva partecipato, dopo che diverse istanze inviate dalla stessa e a mezzo raccomandata e a mezzo PEC erano rimaste inevase, con riferimento in particolare al fatto che essendosi ella collocata nella terza posizione risultava la prima degli esclusi in graduatoria.

L’amministrazione si costituiva in giudizio con atto di mera forma, senza argomentare alcunché.

La ricorrente, afferma il Tar, nella sentenza qui commentata, quale prima degli esclusi del concorso, vanta certamente un interesse qualificato agli atti del procedimento culminato nell’approvazione della graduatoria.

I Giudici amministrativi, accogliendo il ricorso, hanno precisato che il diritto di accesso agli atti della P.A., a prescindere dalla necessità dei suddetti atti per la proposizione di ricorso giurisdizionale, non costituisce, una pretesa meramente strumentale alla difesa in giudizio della situazione sottostante, essendo in realtà diretto al conseguimento di un autonomo bene della vita, così che la domanda giudiziale tesa ad ottenere l’accesso ai documenti è indipendente non solo dalla sorte del processo principale nel quale venga fatta valere l’anzidetta situazione, ma anche… Continua a leggere

Diritto di accesso:
1. L’allegazione del mandato è necessaria ai fini dell’accesso solo quando l’Amministrazione non sia già stata informata dei rapporti di assistenza legale e tecnica tra il privato e il professionista che lo rappresenta presso gli uffici.
2. E’ necessario conoscere l’atto istruttorio che costituisce la motivazione per relationem di un provvedimento di diniego.

Tar per la Lombardia sezione staccata di Brescia (Sezione Prima) – sentenza del 19/05/2017

Il ricorso, nel caso di specie, riguardava l’accesso ad un atto indicato in una istanza comunale, citata quale motivazione per relationem in una nota dello stesso Ente.

Tra il ricorrente ed il Comune era in corso un’interlocuzione riguardante due questioni: le modalità con cui i vicini utilizzavano il cortile che confina con la proprietà del ricorrente e l’ordinanza di rimessione in pristino, che attribuiva al ricorrente la responsabilità di un abuso edilizio.

Il responsabile del Servizio Tecnico Privato, con una nota, ricapitolando i passaggi precedenti della vicenda, aveva evidenziato che la questione relativa all’utilizzo del cortile rientrava nei rapporti di vicinato, di natura privatistica, e non poteva quindi costituire oggetto di un provvedimento amministrativo. Per quanto riguardava, invece, le richieste di modifica dell’ordinanza le stesse non potevano essere accolte per… Continua a leggere

Calendario

novembre: 2018
L M M G V S D
« Lug    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

Area riservata